COMUNICATO XXX QUINTANA CYBEA

adminLa Quintana Cybea, Senza categoria

Comunicato xxx Quintana Cybea

E’ iniziato il conto alla rovescia per il fatidico giorno. La XXX Giostra cavalleresca della Quintana Cybea si terrà il 7 Dicembre 2019 (il 14 Dicembre in caso di pioggia) dalle ore 14.00 alle ore 16,30.

Orari anticipati, per la Rievocazione Storica per eccellenza della nostra Città, in quanto la data è stata spostata dai primi di Ottobre ai primi di Dicembre per motivi organizzativi e burocratici e, come si sa, le giornate sono adesso un po’ più corte.

Il Corteggio storico partirà da Palazzo Ducale alle ore 14.00 per raggiungere il “Campo de li giuochi” per le 14,30 e in quelle successive due ore sarà adrenalina purissima.

Il corridoio della pista per la corsa ha la forma di due rettilinei e due curve ed è largo quattro ml. (Diventano cinque ml. per l’appoggio delle protezioni, interne ed esterne -rispetto al percorso di calpestio dei cavalli, con la posa di apposite presse di paglia sopra la pista). A lato pista si istallano, su idonee aste, anelli in metallo con diametro di misura decrescente (grande 12 cm, medio 9 cm, piccolo 6 cm) sui quali, per facilitarne la localizzazione, sono applicati cordini colorati.

La Giostra della Quintana Cybea ha un suo specifico Regolamento. I cinque cavalieri, il cui ordine di partenza viene sorteggiato, devono correre tre “carriere” (tre manche).

La disputa consiste nel tentare di infilare, tenendo in resta la propria lancia lignea, della lunghezza di 2 metri e 40 cm, nel minor tempo possibile, il maggior numero di anelli (uno alla volta per un totale di 6 anelli (3 + 3), sui due rettilinei della pista ovoidale. Vince il cavaliere che al termine delle tre “carriere”, sommando il tempo reale impiegato al tempo scaturito dalla mancata presa degli anelli, avrà realizzato il tempo reale più basso. In caso di parità i cavalieri disputeranno un prova suppletiva.

La classifica finale della giostra sarà data dal computo del tempo reale impiegato dai cavalieri e dal numero di anelli “infilzati” o “mancati” sulla base del rapporto dimensione-tempo. A lato della pista sarà collocata una postazione idonea al rilevamento elettronico del tempo di ciascuna manche per ciascun cavaliere (tale rilevazione, così come avvenuto nelle precedenti Giostre disputate, è realizzata dalla Federazione Italiana Cronometristi, Sezione di Carrara).

Quest’anno si avviano le celebrazioni del trentennale della Rievocazione della Giostra: i Festeggiamenti dureranno un anno intero (da questa Quintana a quella del prossimo anno).

Nel frattempo godiamoci lo splendido Palio che sarà assegnato al Cavaliere giostrante vincitore e al Borgo storico da lui rappresentato. L’autore, il concittadino Guido Giusti, nasce a Massa nel 1953 dove ancora oggi vive e lavora. Personaggio, a tratti schivo, che non ama le luci della ribalta. Ecco come appare una sua biografia su web.cheapnet.it:

“Creativo, scultore e pittore autodidatta. Il suo percorso artistico si sviluppa negli studi di amici pittori, scultori e designer formidabili, che lo incoraggiano a trovare la sua forma d’arte. Crea per puro piacere personale, sperimenta nuove forme, custodisce le sue opere quasi gelosamente sino ad affermare una propria personalità. Dalle sue opere traspare la solitudine e la semplicità dei personaggi ormai in via d’estinzione.  Affascinato dalle figure più vere, povere e semplici, legate spesso a un passato di fatica, del sole che brucia la terra e con le persone che ne vivono, plasmandole e deformandole quasi come ombre. Solitudine, dolore e assopimento, gesti quotidiani ma intensi, con vibrazioni fortissime; queste sono le sensazioni che le sue opere vogliono trasmettere: movimento, dinamicità e, al tempo stesso, riflessione, costrette nella loro “ingiusta immobilità”.

 

A CURA DEL SETTORE COMUNICAZIONE DELL’ASSOCIAZIONE DUCATO DI MASSA