462° ANNIVERSARIO DELLA POSA DELLA PRIMA PIETRA DELLA CARRARA NOVA O CYBEA

adminSenza categoria

462° ANNIVERSARIO DELLA POSA DELLA PRIMA PIETRA DELLA CARRARA NOVA O CYBEA

(10 Maggio 1557 – 10 Maggio 2019)

Questa è la settimana dei festeggiamenti per il 462° Anniversario della “Posa della Prima Pietra delle Mura” di “Carrara Nova o Cybea”. Ogni anno l’Accademia Albericiana di Carrara organizza le giornate in ricordo di tale avvenimento, unitamente a numerose Associazioni e con il Patrocinio del Comune di Carrara.

Da 11 anni l’Accademia Albericiana rievoca la Posa della Prima Pietra con il contributo e la collaborazione dell’Associazione Ducato di Massa (con corteggi, sbandieratori, musici e danze storiche).

Quest’anno l’evento si svolgerà in modo simbolico in Piazza Alberica (la Piazza nata proprio a seguito dell’ampliamento nel 1557 delle mura medievali di Carrara con le nuove mura rinascimentali da parte di Alberico I° Cybo Malaspina) il 9 Maggio alle ore 16,30 e assumerà un particolare significato che l’Associazione Ducato di Massa e l’Accademia Albericiana hanno voluto coniugare con l’evento storico.

Giovedì pomeriggio, a partire dalle ore 15.00 con la “Caccia al Tesoro” (culturale) si salderanno due iniziative che negli anni scorsi avvenivano (all’interno delle giornate rievocative) in giorni differenti: la rievocazione della Posa della Prima Pietra e la Caccia al Tesoro (culturale) organizzata dall’Istituto comprensivo scolastico “Carrara e i Paesi a Monte”, cui collaborano anche i “Giovani al Centro” del Centro diocesano di via 7 Luglio, con la partecipazione dell’Associazione Ducato di Massa.

La Caccia al Tesoro porta le nuove generazioni a scoprire il valore da salvaguardare rappresentato dal Patrimonio Culturale materiale e tangibile della città: siti archeologici, monumenti, chiese, musei, paesaggi, natura, ecc. (Convenzione UNESCO del 1972), ma quest’anno conduce i giovani allievi, attraverso la rievocazione della Posa della Prima Pietra delle Mura, cui assisteranno, durante le premiazioni in Piazza Alberica, alla scoperta dell’altro valore da salvaguardare rappresentato dal Patrimonio culturale immateriale, intangibile e vivente (Convenzione UNESCO del 2003). L’UNESCO ha affermato l’interdipendenza tra Patrimonio Culturale Immateriale e Patrimonio Culturale Materiale così come definito nella Dichiarazione di Yamato. L’interrelazione di questi elementi con l’ambiente circostante, sia fisico che sociale, conduce alla “formazione e all’elaborazione dinamica delle identità locali” e, quindi, alla riscoperta del “genius loci”.

Ma c’è un secondo importante aspetto da sottolineare e che le modalità con le quali l’Accademia Albericiana di Carrara e gli altri soggetti, pubblici e privati, e le associazioni che collaborano ogni anno alla buona riuscita degli eventi, formano nei fatti una prima Comunità del Patrimonio Culturale.

Per questo l’Associazione Ducato di Massa, nel ricordare che l’Anno Europeo del Patrimonio Culturale, concluso a fine 2018, ha lanciato 10 nuovi programmi europei da attuare nei prossimi anni, sottolinea l’importanza che venga ratificata da Parlamento italiano la Convenzione del Consiglio d’Europa (presentata a Faro nel 2005, entrata in vigore nel 2011 e sottoscritta dal governo italiano nel 2013), la quale introduce il concetto di “Eredità del Patrimonio Culturale” e spinge verso la costituzione territoriale delle “Comunità di Eredità del Patrimonio Culturale”, con un forte coinvolgimento delle scuole.

Massa lì 07-05-2019                                                                       Ufficio comunicazione Ducato di Massa